Archive for 13 febbraio 2011

“Se non ora quando?” una giornata che lascia il segno

febbraio 13, 2011


senonoraquando…quasi

febbraio 13, 2011

a Viareggio ci troviamo, come nostro solito, ad essere fuori dal coro
invece di creare la solita manifestazione “se non ora quando” abbiamo fatto una manifestazione “Berlusconi dimissioni”.
La situazione si è creata perché la volontà di manifestare a Viareggio è nata da parte dei partiti e non dei singoli iscritti
non c’è stato un movimento femminile che avesse proposto un’iniziativa per oggi e così ci siamo mossi come partiti e associazioni del centrosinistra
essendo però partiti non potevamo fare una manifestazione “se non ora quando”
ci troveremo così a fare una manifestazione parallela, che pur appoggiando il movimento non può farne parte
La nostra scelta è stata criticata da alcune donne, ma quando abbiamo pensato di fare questa manifestazione ancora c’era in ballo l’altra manifestazione a difesa dei diritti costituzionali e del rispetto della magistratura e poi c’è stato un colpevole immobilismo da parte delle donne di Viareggio che non hanno organizzato nulla
Beh io credo che anche la nostra piccola manifestazione possa dare un contributo, abbiamo cercato di farla in un’ottica pluralista e lasciando ampio spazio alla cittadinanza,principalmente femminile, per dire la propria

sogni

febbraio 13, 2011

ero un omino della Lego con superpoteri, i miei superpoteri consistevano in una forza incredibile, nella capacità di essere snodato e non tegghio come il resto della popolazione dei Lego e soprattutto nella consapevolezza di essere un uomo di Lego con cui qualcuno stava giocando(ero l’unico a vedere le enormi mani che muovevano tutti noi).
Io dovevo andare dall’America all’Europa e volevo farlo in nave, ma partendo da New York avevo preso una nave per la Bolivia quindi poche ore dopo aver salpato mi son o buttato in acqua per tornare a riva, nuotando ad una velocità doppia rispetto alla nave, sono stato assaltato da squali di Lego, ma li ho sconfitti senza problemi anche perché chi stava giocando con me tifava per me e me li faceva battere. giunto a riva spicco un salto enorme e prendo al volo un elicottero con 4 persone dentro , butto giù il pilota e consiglio agli altri passeggeri di fare altrettanto, appena liberatomi di loro dirigo l’elicottero verso l’Europa, incerto se il carburante potesse bastare, ma sicuro che comunque il bambino che giocava con me non mi avrebbe abbandonato ed infatti ogni tanto vedo le enormi mani che fanno girare velocemente l’elica dell’elicottero

compagni di sbronze

febbraio 13, 2011

Col mio amico Fabio siamo ormai diventati abituè del Club Negroni, poi ci spostiamo al CRO ed infine al Polpo
insomma le nostre uscite hanno un tasso alcolico non indifferente


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 29 follower