Archive for 21 giugno 2008

carne alla piastra

giugno 21, 2008

sarebbe ottima non si trattasse delle mie chiappe sul sellino del motorino rimasto al sole

caldo torrido

giugno 21, 2008

anche andando in motorino si è sopraffatti da aria calda atroce

due fumetti al prezzo di due

giugno 21, 2008

nessuno sconto :(

scherzi a parte sono tornato in fumetteria ed ho trovato due fumetti da comprare

il fatto che fossero due bimestrali mi fa intuire che da un pò non mi presentassi là

mi ero buttato un’oretta sul letto

giugno 21, 2008

ma non ho dormito un cazzo a causa dei continui sogni

non li ricordo

ma mi svegliavano ogni dieci minuti

un nick per tutte le stagioni

giugno 21, 2008

Dove nasce il nome Molengai.

Molengai è il nome che una costumista francese mi ha assegnato durante una tournee teatrale come comparsa lirica con il teatro del Giglio, il mio cognome è diverso, ha alcune lettere in comune ma ha un suono diverso, ma mi è piaciuto questo nome e l’ho adottato.

Quando invece lavoravo al carnevale io mio nome è stato storpiato in Maglemmi.

Venivo chiamato Momus quando facevo, da figurante, il capo cameriere in bohème,mentre a Turandot sono stato per un breve periodo il Boia, ruolo che ho poi lasciato ad un altro figurante. Adesso sono Marito sempre in una Turandot.

Al liceo venni soprannominato Ice, dopo che un mio compagno di classe sognò tutti i soprannomi della classe, e visto che altre alternative erano animale e troglodita ok per Ice.

Un altro soprannome era rex roboris

Ero “il piccolo” quando collaboravo sedicenne ad allestire le feste di Liberazione sotto la torre Matilde, l’età media dei lavoratori era 65 anni me compreso, fate voi se non ero piccolo.

Qualcuno mi chiama “il grosso” vista la mia stazza ‘importante’.

Mio padre mi chiamava Aleppo.

Un amico extracomunitario non riusciva a pronunciare Alessandro e mi chiamava Leandro.

Alcuni amici mi chiamano Alecos.

Qualcuno mi soprannominava Xis o Xander a seconda del mio umore, Xis scontroso e Xander gioviale.

Il mio libro l’ho firmato come Alec Mayer.

Ho usato lo pseudonimo Trevor per ideare una nuova filosofia di vita i cui dettami lasciavo in facoltà.

Per un breve periodo qualcuno mi ha chiamato Skoll(è un lupo che, nella mitologia norrena insegue costantemente il Sole con l’intenzione di divorarlo. Il suo nome significa verosimilmente “inganno”. fonte Wikipedia) perchè odio il sole.

quando una cara amica mi ha chiesto come poteva registrarmi sul cellulare perchè era già piena di Ale, io gli ho risposto, chiamami ‘ehi tu’, tanto rispondo lo stesso…

 

pagella

giugno 21, 2008

a poco più di un mese dall’era molengai in wordpress in concomitanza con la fine della scuola

mi sottopongo ad una pagella per capire il gradimento del mio operato

 

1)Qualità dei post:
2)Quantità dei post:
3)Quantità delle risposte ai commenti:
4)Qualità delle risposte ai commenti:
5)Cura della grafica del blog:
6)Cura dei propri lettori:
7)Condotta generale:
8)Note:
9)Suggerimenti

metti una sera a cena

giugno 21, 2008

stasera alla cena dopo teatro ci saranno amici ex figuranti che non vedo da tempo :)

 

apdeit: accetto e ricambio il gemellaggio con un post del Boss detto anche Dino e l’Idolo 

http://theimportanceofbeingidol.splinder.com/post/17045549/metti+una+sera+a+cena

sono una malattia infettiva

giugno 21, 2008

certo che…

giugno 21, 2008

vedendo le dimensioni dei miei vecchi post si direbbe che il mio stile(o la mia mancanza di stile) sian cambiati parecchio

il mio eroe

giugno 21, 2008

il mio eroe non lo conosco, o meglio non ne conosco il nome e probabilmente non lo riconoscerei se lo vedessi adesso.

L’ho incontrato quando avevo poco più di 8 anni, e per quello che mi riguarda mi ha salvato la vita, è un eroe; a rigor di logica non mi ha propriamente salvato la vita, ma provate voi a rivedere questo fatto con gli occhi di un bambino e poi se ne riparla.

Era estate e con un gruppo di amici di famiglia ci siamo recati a Porto Venere con la barca che parte da Viareggio; giunti là i genitori hanno lasciato me e gli altri piccoli, mia sorella minore ed i figli delle altre famiglie, ai due ragazzi più grandi perché ci tenessero d’occhio mentre facevamo il bagno intanto loro andavano a fare una piccola passeggiata, per cercare un posto dove sedersi.

Noi abbiamo iniziato a fare i tuffi da una banchina a turno, senza allontanarci e sotto gli occhi vigili dei ragazzi più grandi, 15-16 anni al massimo, ma per noi bambini quasi dei vecchi.

Dopo una serie di tuffi io sono uscito dall’acqua con il piede sanguinante, non mi ero accorto di nulla, se non forse un leggero graffio, ma non mi ero fatto male per nulla; però alla vista del sangue ho iniziato a piangere come un ossesso ed ragazzi grandi sono entrati un po’ in crisi; io piangevo inconsolabile e chiamavo gridando mia madre, lei però si era allontanata con gli altri e non riusciva a sentirmi ed io mi disperavo sempre di più,uno dei ragazzi è andato a cercarli ma ciò non mi rassicurava affatto; ed è allora che come nei film è giunto in m io soccorso l’eroe, un signore grande per me, ma che non doveva avere più della mia attuale età, che mi ha sollevato in braccio e mi ha portato al pronto soccorso accompagnato da uno dei miei amici grandi mentre gli altri restavano con i piccoli;

mentre questo angelo salvatore mi portava al pronto soccorso per tranquillizzarmi mi ha regalato il suo cappello bianco ed io magicamente mi sono tranquillizzato;

di lì a poco è giunta anche mia madre e il mio eroe si dileguato senza lasciarsi nemmeno ringraziare da me,(non dubito che l’abbia ringraziato mio padre, io ora avevo bisogno della mamma) lasciandomi però il suo cappello bianco che ho conservato a lungo come reliquia finché non è stato perso, forse da me forse da mia sorella, ma il ricordo del mio salvatore resterà indelebile dentro di me(almeno finché la mia memoria durerà) approfitto di questo spazio per ringraziarlo chissà se mai il caso voglia che venga a saperlo…

non va :(

giugno 21, 2008

va bene che la colla è potente, ma ripararci una mina di una matita è pretendere troppo

Le disavventure del giovane Molengai/1

giugno 21, 2008

Riprendo anche in questo blog una rubrica in cui voglio raccontarvi alcune avventure scolastiche capitate a me ed ai miei compagni sia al liceo che all’università, alcune sono finite bene(le mie all’università) altre peggio(le mie al liceo);in più racconterò alcune mirabolanti uscite dei miei prof o compagni.

Premetto che ho fatto il liceo classico e che non ero propriamente nelle grazie di alcuni prof(soprattutto quello di latino e greco/ma che sarà mai…).

Prima Liceo, il giorno prima avevo un corso di recupero di greco e da regolamento non potevo essere interrogato, il prof di Latino e Greco, lo stesso del corso di recupero, mi chiama lo stesso alla cattedra, io non protesto anche perché avevo studiato lo stesso, interroga me ed un’altra ragazza anch’essa il giorno prima al corso di recupero, la mia compagna fa scena muta, io rispondo a tutto, sapevo anche le note a piè pagina ed ogni volta che la mia compagna non risponde il prof rivolge a me anche le sue domande, rispondo anche a quelle in modo impeccabile, in pratica faccio un’interrogazione perfetta, non poteva che darmi un voto molto alto…ma il prof non mi aveva tra le sue simpatie ed in tutti i modi ha cercato di mettermi in difficoltà, ma non aveva scampo, sapevo tutto. A fine interrogazione la mia compagna, quasi in lacrime, dice al prof che aveva partecipato al corso di recupero e che quindi non doveva essere interrogata,il prof cade dalle nuvole e poi si illumina in viso ” anche tu M eri al corso ieri?” “si” rispondo e lui “eh beh, allora questa interrogazione non vale”, io resto quasi senza parole,”ma professore, ho risposto a tutto bene…” “lo so M, ma se io ti mettessi un voto poi tuo padre potrebbe denunciarmi perché oggi non dovevi essere interrogato” “dubito mio padre la denunci per un voto positivo, ma non potremmo dire che mi ero offerto volontario io?” “No no no no no. E poi se do il voto a te devo darlo anche alla tua compagna”. A questo punto m i arrendo, non posso far dare un impreparato ad una mia compagna solo per avere io un bel voto, ma secondo voi ho più studiato il giorno dei corsi di recupero? non certamente per lui…

credo sia giusto

giugno 21, 2008

riproporre alcuni vecchi post del vecchio blog

non solo perché così arrivo prima a fare 800 post in un mese

ma anche soprattutto perché così chi non mi leggeva prima avrà la possibilità di conoscermi meglio

speriamo almeno porti bene

giugno 21, 2008

domani dovrò lavorare per una prova speciale dalle 18.30 alle 20.30 col rischio di perdermi parte della partita :(

capirsi al volo

giugno 21, 2008

mamma di molengai: mi prendi i cosi sul coso

molengai: quelli per cosare i cosi?

mamma di molengai; sì quelli

sorella di Molengai: come cazzo fate a capirvi? mi fate una rabbia…


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 29 follower